La sfoglia

Gr 500 di farina 00,
5 uova
Un pizzico di sale fino.

Disponete la farina sul tagliere o su una spianatoia, a fontanella, in modo che possiate rompervi le uova all’interno, aggiungete un pizzico di sale, con una forchetta sbattete leggermente. Incorporate quindi la farina, e lavorate il tutto per almeno una decina quindicina di minuti. Con il matterello, tirate la sfoglia non troppo sottile; Lasciatela asciugare,nel periodo invernale non fatele prendere aria, si appiccicherebbe, irrorate con poca farina/pane grattato segreto della cuoca per evitarne la rottura e per non renderla appiccicosa.

Tagliatelle

Le vere tagliatelle vanno fatte con il matterello.Arrotolate la sfoglia su se stessa formando un rotolo di circa 10 centimetri di larghezza,con il coltello tagliate delle striscioline di 1 centimetro,srotolatele completamente e cuocete in acqua salata.

Tagliatelle al ragù

Ingredienti per il ragù
:
Preparare il fondo tagliando finemente la cipolla, il sedano, e la carota soffriggerli con l’olio dopo circa 4 minuti aggiungere il macinato misto, per una variante più leggera utilizzare solo manzo o vitello, salarlo e peparlo.

Fate dorare la carne a fuoco medio, aggiungete un bicchiere di vino rosso, fate evaporare, aggiungete concentrato e passata di pomodoro,acqua e fate bollire a fuoco basso
per almeno 3 ore e mezzo.

Cappelletti

Ingredienti
 per 4 persone:
3 etti di ricotta
un pizzico di sale
pepe
noce moscata
buccia di limone grattugiata
400 gr. farina
4 uova

Preparazione:
Preparare il ripieno per i cappelletti con la ricotta, un pizzico di sale, pepe, noce moscata ed un pizzico di buccia di limone grattugiata.
Seguire la ricetta delle tagliatelle tenendo conto che l’impasto dovrà però risultare leggermente più morbido.

A sfoglia ben stesa sul tagliere ricavare dei quadrati di pasta di circa 3×3 cm, quindi riempirli con una noce di impasto e chiudere i cappelletti prima che la pasta asciughi troppo.
Per una perfetta chiusura del cappelletto trasformare il quadrato di pasta in un triangolo, prenderne a questo punto le due estremità e unirle tra loro.

Portare ad ebollizione una pentola di acqua salata e cuocere la pasta fino al momento in cui il cappelletto non affiora, poi scolare molto bene.

Condire a piacere con ragù, sugo di verdure oppure burro e salvia.

Passatelli in brodo

Ingredienti:
300 gr. parmigiano
200 gr. pane grattugiato
5 uova
s
corza di limone grattugiato
noce moscata

Preparazione:
Versare in una pirofila il parmigiano, il pane grattugiato, le uova, la scorza grattugiata di un limone, noce moscata a piacere.

Quindi inserire una pallina di impasto in uno schiacciapatate e schiacciare i passatelli direttamente nella pentola di brodo, precedentemente preparato e portato a ebollizione.

Lasciare cuocere finchè non affiorano e lasciar bollire altri due minuti.

Strozzapreti

Ne faccio sempre in quantitativo abbondante perchè poi li congelo per averli sempre pronti.
600 g. di farina 0
200 ml. di acqua gasata
1 pizzico di sale fino.

Preparazione:
Sulla spianatoia mettere la farina, fare la fontana col buco al centro, mettere l’uovo, sbatterlo bene, il sale e aggiungere piano piano l’acqua, amalgamando con la forchetta, poi iniziare ad impastare fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.

Mettere il panetto in un sacchetto e lasciarlo riposare per 10-15′ a temperatura ambiente.

Riprendere la pasta, dividerla in porzioni e tirarla col mattarello oppure con la macchina sfogliatrice, allo spessore della classica pasta fresca per tagliatelle.
Infarinare bene la sfoglia tirata ed arrotolarla su se stessa, tagliarla come fossero tagliatelle, srotolare ogni strisciolina, arrotolarla fra i palmi delle mani e staccare piccole porzioni di mano in mano poi stendere gli strozzapreti sul tagliere infarinato, così fino ad ultimare la sfoglia.

Lasciare asciugare bene gli strozzapreti, poi o procedere alla cottura oppure metterli in vassoi foderati con carta forno infarinata, nel congelatore, quando saranno duri trasferirli in sacchetti appositi o in appositi contenitori. Gli strozzapreti si possono condire con qualsiasi sugo a base di carne o di pesce.